Prima e dopo l'operazione...

COME PREPARARSI PER L'INTERVENTO E COSA DOPO?

La preparazione per l’intervento chirurgico, oltre a pianificare il regime postoperatorio, è auspicabile iniziare abbastanza presto prima dell’operazione. Le informazioni tempestive possono facilitare notevolmente la preparazione per l’intervento chirurgico, sia fisicamente che emotivamente. Una buona preparazione contribuisce in modo significativo a un migliore risultato complessivo dell’operazione.

Dopo l’operazione, il paziente ha spesso una sensazione di ansia, disagio e persino depressione. Questo è abbastanza prevedibile a causa di molteplici incertezze. Il risultato finale dell’operazione non è ancora ben visibile, sono presenti gonfiori ed ematomi e una sensazione di spossatezza dovuta all’operazione e all’anestesia.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a recuperare da questi problemi più velocemente e più facilmente:

  • Prima dell’intervento, conservare alcuni pasti preferiti e ipercalorici in frigorifero. In questo modo sarai risparmiato dalla preparazione dei pasti e le calorie e l’energia guadagnate ti saranno sufficienti.
  • Cerca di raccogliere quante più informazioni possibili sulla dieta postoperatoria. Ad esempio, se è previsto un intervento chirurgico nell’area della mascella, del mento o della guancia, è auspicabile che i pasti dopo l’operazione siano meno impegnativi in termini di masticazione (yogurt, succhi, budini, zuppe, pasta…).
  • Organizza una pulizia accurata della tua casa prima della data prevista dell’intervento. Ciò contribuirà sicuramente a ridurre l’esposizione alla polvere domestica e ad altri materiali potenzialmente infettivi e ti farà risparmiare lavoro non necessario subito dopo l’intervento.
  • Se stai assumendo farmaci, prendi le prescrizioni dal tuo medico e fai scorta di scorte sufficienti.
  • Organizzare il supporto di familiari e/o amici. Dopo l’intervento, avrai bisogno di qualcuno che ti accompagni a casa e sia a disposizione per i primi giorni postoperatori.
  • Organizza il tuo guardaroba per il giorno dell’intervento e circa una settimana dopo. Si consiglia di scegliere abiti morbidi e comodi, abbastanza ampi che si possano sbottonare sul davanti, in modo da non dover indossare nulla sopra la testa.

E infine, rilassati. Ricorda che un approccio positivo contribuisce in modo significativo a una guarigione più rapida e a un risultato complessivo migliore.

DIETA

La preparazione per la chirurgia inizia con cose pratiche. Pensa alla tua dieta – prima e dopo l’intervento chirurgico. La qualità e la corretta alimentazione sono un segmento importante nella preparazione del tuo intervento chirurgico.

Tutto ciò che prendi nel tuo corpo influenza il tuo aspetto, sia la pelle stessa che le strutture più profonde come nervi, vasi sanguigni, cartilagine e muscoli. Oltre all’apporto di sostanze ed energie importanti per una vita sana, un buon equilibrio aiuta ad attivare e stimolare i meccanismi di guarigione, accelerando così il ritorno al ritmo attivo quotidiano della vita.

Tutto quanto sopra è un buon motivo per iniziare a pensare a una dieta prima di sottoporsi a un intervento chirurgico. Abitudini alimentari corrette ti aiutano a mantenere il tuo aspetto nuovo e fresco il più a lungo possibile. In generale, una dieta sana include molta frutta e verdura fresca, carboidrati complessi, come pane integrale, cereali e pasta (soprattutto cereali integrali). Questo include certamente carne di qualità (ad esempio carne di pollame a basso contenuto di grassi) o il suo sostituto proteico.

Non intraprendere alcuna dieta restrittiva per almeno un mese prima dell’intervento.

Se hai deciso di dimagrire, cerca di farlo con un ritmo lento, riducendo il valore calorico dell’apporto e aumentando l’attività fisica quotidiana. I vegetariani devono prestare particolare attenzione a ingerire livelli sufficienti di aminoacidi essenziali per la guarigione delle ferite.

Una dieta buona ed equilibrata garantisce l’assunzione di sufficienti apporti di sostanze nutritive che favoriscono una guarigione ottimale. Per esempio. La vitamina C è un ingrediente necessario per la formazione del collagene, il tessuto connettivo che si trova nel tessuto sottocutaneo. La vitamina K accelera la coagulazione del sangue. Se la tua dieta non è ideale, parlane con il tuo medico o, meglio ancora, con uno dei nutrizionisti.

LA QUESTIONE DEI MEDICINALI E DEGLI INTEGRATORI

Ti consigliamo di non assumere da solo integratori alimentari (es. vitamine, proteine), ma di consultare preventivamente uno specialista.

In particolare, dovresti informare il tuo operatore di tutti i farmaci e i preparati che stai consumando, abbastanza a lungo prima dell’operazione. Alcuni integratori alimentari come la vitamina E e il selenio possono influenzare la coagulazione del sangue e potenzialmente aumentare il sanguinamento. Alcuni farmaci da banco, inclusi analgesici e farmaci antinfiammatori, ma anche altri integratori (integratori) possono avere effetti collaterali indesiderati. Il tuo operatore potrebbe consigliarti di interrompere tale terapia prima dell’intervento chirurgico.

PREPARAZIONE PER LA CHIRURGIA E IL PROBLEMA DEL FUMO

Se stai seriamente considerando un intervento chirurgico, dovresti assolutamente parlare apertamente della tua abitudine al fumo .

Come già dimostrato, il fumo può influenzare i vasi sanguigni che irrorano la pelle e quindi rallentare il tempo di guarigione previsto, nonché aumentare il rischio di sanguinamento e altre complicazioni. Sebbene il fumo non sia un motivo per cui il tuo intervento chirurgico non deve essere eseguito in sicurezza, il tuo operatore dovrebbe essere a conoscenza di tutti i fatti che potrebbero influenzare l’esito dell’intervento.

In alcuni casi, è possibile evitare possibili problemi modificando leggermente l’operazione (ad es., la lunghezza e la posizione dell’incisione chirurgica possono essere adattate o si consiglia di assumere alcuni farmaci specifici). Ma è più probabile che il tuo operatore consigli di smettere di fumare poche settimane prima dell’intervento. Questo dettaglio vitale può contribuire al miglior risultato chirurgico possibile e accelerare i tempi di guarigione. Dopotutto, potresti essere invitato a ridurre il fumo o a liberarti del tutto da quell’abitudine. È stato dimostrato che il fumo contribuisce alla formazione di rughe sul viso, soprattutto intorno alla bocca. La cessazione del fumo contribuirà in modo significativo a ritardare la formazione di nuove rughe.

Infine, smettere di fumare è uno dei passi più efficaci che puoi intraprendere per rallentare il processo di invecchiamento e mantenere una pelle sana e bella!

DOPO LA FINE DELLA GUARIGIONE

Dopo l’intervento chirurgico, quando il gonfiore è scomparso e ti senti bene, è tempo di scoprire come tornare alla tua routine quotidiana. Prima di tuffarti nella vita di tutti i giorni, chiediti in che modo le tue attività influenzano il processo di guarigione. Pianifica un “ritmo” più leggero per almeno due settimane dopo l’intervento. Abbi cura di proteggere l’area operata e prenditi abbastanza tempo per riposare. Mangia cibi che non richiedono troppa masticazione ed evita una comunicazione eccessivamente impegnativa che comporta un eccessivo coinvolgimento emotivo.

Sollevare la testiera del letto per le prime due settimane dopo l’intervento. Fai attenzione che il tuo partner a letto non ti ferisca accidentalmente con un tocco ruvido incontrollato durante il sonno. Fai attenzione ai cambiamenti improvvisi nella posizione del corpo, all’inclinazione, al gioco con i bambini piccoli e al sollevamento di carichi pesanti. Tutte queste attività possono influenzare il peggioramento del gonfiore o del sanguinamento.

ESERCIZIO

Non importa quanto ti senti bene, non affrettarti a tornare ai tuoi allenamenti regolari o agli allenamenti di fitness troppo presto dopo l’intervento. L’esercizio fisico intenso e altri sforzi fisici faticosi aumentano la pressione sanguigna e possono influenzare la formazione di gonfiore o prolungare la guarigione. Al contrario, un esercizio moderato è certamente desiderabile. Tale attività contribuisce a una buona stabilità psicologica, migliora la circolazione sanguigna e accelera il processo di guarigione.

Si consiglia di evitare attività fisica faticosa per 4-6 settimane dopo l’intervento. Alla fine di questo periodo, inizia gli esercizi di stretching per le prime settimane dopo che la ferita è guarita. Evita di lavorare ed esercitare a terra o posizioni della testa al di sotto del livello della vita poiché queste sono tutte condizioni che aumentano la pressione sanguigna nell’area dell’intervento. E, soprattutto, evita tutti i tipi di attività che possono portare a colpi involontari alla testa. Si consiglia di nuotare circa 4 settimane dopo l’intervento. Prima di iniziare un esercizio intenso, informa il medico e intensifica gradualmente ogni attività, una volta completata la guarigione.

USO DI COSMETICI DOPO L'INTERVENTO

In breve, la procedura che hai avuto determinerà il tipo di cosmetici che puoi applicare.